di Giuseppe Silmo

In questo testo si ripercorre l’avventura elettronica della Olivetti con le sue grandezze e i suoi problemi, una esperienza unica non solo nel panorama europeo, ma in quello mondiale per le modalità attraverso cui essa si è sviluppata.

La Olivetti è nata con l’anima dell’eccellenza e della perfezione meccanica. In Olivetti si sono raggiunti i più alti e sofisticati livelli di perfezione nella tecnologia meccanica, un sogno perseguito da Camillo e portato avanti da Adriano.

Fin quando un altro sogno, perchè tale era per le condizioni del dopoguerra italiano, non comincia ad affaccairsi prepotentemente: il sogno dell’elettronica. Sogno questo di Adriano che cresce e si concretizza, è brutalmente stroncato e poi come un’araba fenice rinasce e trasforma l’azienda.

Fondazione Natale Capellaro – 2010